Verso il PST Veneto

PST Veneto

un presente da Organizzare e un futuro da Progettare

Portale

interattivo e condiviso per l'elaborazione di documenti e la discussione virtuale

Partecipazione

con il contributo inclusivo e continuo di cittadini e operatori

Consultazione e partecipazione

PST Veneto

Piano Strategico del Turismo per la Regione Veneto

Comincia

Perché un Piano Strategico del Turismo per la Regione Veneto?

  • Perché le rendite di posizione stanno venendo meno per tutti e la competizione si fa sempre più accesa.
  • Perché gli scenari del turismo sono cambiati.
  • Perché vi è necessità di collaborazione e riduzione della frammentazione
  • Perché c’è desiderio di partecipazione a livello di operatori, ma ancor più di Comunità.
  • Perché lo prevede anche la normativa regionale (art. 6 della legge regionale n. 11/2013)

 

Il Piano Strategico è un piano ambizioso, costruito sulla base di un processo di responsabilizzazione e consapevolizzazione.

Si tratta di partire dal ruolo centrale del turismo nel Veneto, riconoscendo che nessuna altra “industry” ha le stesse potenzialità di crescita e di successo.

Il Turismo si propone come un fenomeno economico trasversale che incide direttamente ed indirettamente su tutti gli altri settori dell’economia, creando un indotto benefico esponenziale.

Per coglierne le potenzialità occorre, però, attivare una filiera virtuosa che vede il Turismo come una industria che richiede una precisa organizzazione.

Questa nuova policy passa attraverso la valorizzazione del patrimonio “culturale”, in senso lato, come elemento centrale per una regolamentazione dei flussi e per un governo consapevole e sostenibile del territorio.

Il Piano assume, in questo particolare momento storico, un ruolo strategico temporale fondamentale. Di fronte a possibili riprese di mercati vicini a noi, che in questi ultimi anni hanno subito drastiche riduzioni, regalandoci un periodo di sostanziale benessere, dobbiamo essere pronti e preparati.

Per quanto riguarda l’evoluzione interna, inoltre, a distanza di quasi cinque anni dall’approvazione della legge regionale sul turismo, con la costituzione e il riconoscimento di 16 Organizzazioni di Gestione della Destinazione, 13 Consorzi di imprese turistiche, 76 uffici di informazione turistica, si va definendo il sistema di governance del turismo veneto ed è giunto il tempo per organizzare il presente e progettare il futuro.

Perché adesso?

Perché un tuo contributo al Piano?

Il Piano è basato su un processo partecipato ed inclusivo e continuo, nella consapevolezza che lo sviluppo turistico deve oggi essere considerato come un processo che coinvolge contemporaneamente sia gli operatori che la popolazione locale e che il turismo va inteso come “un bene comune”.

In questi mesi si è lavorato, assieme agli stakeholders del Territorio, in 5 tavoli tematici (Prodotti Turistici – Infrastrutture - Turismo Digitale - Accoglienza e Capitale Umano – Promozione e Comunicazione), con l’aggiunta di un 6^ tematismo riguardante la Governance Partecipata, consentendo l’elaborazione di un primo documento che prevede la Vision, gli Obiettivi Generali, gli Obiettivi Specifici e le Linee Strategiche per la definizione delle Azioni e che si trova all’interno della piattaforma.

Chi desidera contribuire alla definizione del Piano può accreditarsi effettuando la registrazione, seguendo poi all’interno della piattaforma le istruzioni indicate.